Le Politiche Giovanili al centro dell’ultimo incontro per il candidato Sindaco

Si è svolto questo pomeriggio presso la sede del Comitato Elettorale del candidato sindaco Americo Di Benedetto, l’ultimo incontro dedicato alle politiche giovanili della campagna elettorale per il secondo turno di ballottaggio per le elezioni amministrative dell’Aquila che si svolgeranno domenica prossima 25 giugno. Un ultimo importante argomento su cui si sono confrontati i giovani delle liste della coalizione Vivendo L’Aquila che hanno posto all’attenzione del candidato sindaco la  necessità di avere una reale capacità di ascolto da parte della prossima amministrazione comunale. Esiste una Consulta Giovanile ed un regolamento sui CTP che prevede delle quote di rappresentanza giovanile. I limiti di tali strumenti si trovano, però, nella forma esclusivamente consultiva; sarà importante quindi trovare delle soluzioni che permettano alle rappresentanze della categoria di poter incidere sui processi.

I temi su cuii giovani intervenuti hanno focalizzato l’attenzione sono stati: sport, cultura e formazione universitaria. Lo sport è un elemento fondante nell’ambito della cura sociale del territorio saranno perciò proseguiti i lavori di recupero e potenziamento dell’impiantistica, mettendo tutte le strutture al servizio della cittadinanza; in particolare sarà promosso l’utilizzo delle palestre come strutture polifunzionali e stipulata una convenzione tra CONI, Provincia e Scuole per l’utilizzo delle strutture da parte dei giovani. Quando si parla di giovani è importante tenere presente come la capacità di spostamento degli stessi sul territorio rappresenta la reale possibilità di accesso ai servizi messi a disposizione. In questo senso si proseguirà la fase di studio avviata con il tavolo della mobilità per l’analisi degli spostamenti della popolazione studentesca, inserendo degli specifici correttivi sul piano urbano della mobilità.
La vita culturale della città non può prescindere dalla sua componente giovanile da sempre caratterizzata da una particolare effervescenza. La miriade di piccole associazioni culturali che spaziano su tutti i campi deve essere integrata nel tessuto dei grandi eventi della città. Il finanziamento del mondo della cultura giovanile, oltre ad avere l’attenzione del Comune nella misura dei contributi istituzionalizzati,deve passare anche da una possibilità di partecipazione agli eventi maggiori quali la Perdonanza Celestiniana e i vari festival che animano periodicamente il centro storico (Festival del Jazz, festival della partecipazione..).

L’Università, infine, per antonomasia elemento di arricchimento culturale e sociale di una comunità che con le alte professionalità che forma, rappreseneta la miglior risorsa che un territorio possa esprimere per il tessuto economico e industriale di una città. Il fermento intellettuale e di innovazione che può venire da un Ateneo deve trovare il massimo dell’accoglienza sia in termini di risorse che in termini di infrastrutture a disposizione dei giovani professionisti, imprenditori, lavoratori. Il Comune dell’Aquila dovrà migliorare i servizi funzionali all’erogazione. L’abbattimento della pressione tributaria sarà raggiunto attraverso una generale diminuzione della pressione fiscale previsto con l’adozione di un disegno di legge per la zona tributaria speciale. Inoltre la messa a disposizione del patrimonio immobiliare del Comune per la residenzialità studentesca, permetterà di avere una polarizzazione dei flussi studenteschi in modo da poter disegnare dei sistemi di trasporto che permettano di essere sostenibili per il Comune e capillari per le esigenze degli studenti. Infine il Comune potrà, attraverso i suoi poteri pianificatori, garantire che la collocazione dei poli, in accordo con l’Università, sia razionale e possegga tutte le funzionalità necessarie (mense, servizi aggregati etc.).

Dare una certezza abitativa agli studenti è il primo passo per l’accoglienza alla popolazione universitaria. In collaborazione con l’A.D.S.U. e l’Università saranno individuate le modalità per la gestione di parte del patrimonio comunale dedicato alla residenzialità degli studenti universitari. Verrà quindi verificata la fattibilità dell’utilizzo di alcune piastre del progetto C.A.S.E., scelte in modo da garantire un’integrazione degli studenti con la vita cittadina che saranno integrate, come nell’originaria progettazione, di servizi tali da rendere quelle aree dei veri e propri campus studenteschi. Il centro storico tornerà ad essere vivo soprattutto grazie al rientro dei poli didattici universitari, l’esempio lampante di questa facile previsione è il polo di lettere all’ex ospedale S. Salvatore. Immaginiamo un centro storico che colleghi i poli direzionali con quelli culturali quali biblioteche e luoghi di aggregazioni aperti anche fuori dagli orari ordinari e, quindi, realmente a disposizione dei giovani. La bellezza del centro storico avrà la sua vera esaltazione se si riuscirà a coniugare il valore architettonico e la giusta innovazione tecnologica anche attraverso la creazione di gallerie all’avanguardia per l’aggregazione sociale, in particolare giovanile e per l’espressività artistica. Sarà, inoltre, a disposizione di associazioni, comprese quelle giovanili, culturali e studentesche, il patrimonio pubblico del centro storico che non sarà dedicato agli uffici comunali.

Il programma della campagna elettorale

Sarà una settimana densa di appuntamenti ed incontri. L’ultima di campagna elettorale per il secondo turno di ballottaggio nelle amministrative dell’Aquila vedrà il candidato sindaco della coalizione civico progressista Vivendo L’Aquila, Americo Di Benedetto,  impegnato in numerosi eventi con i politici di riferimento, tra le persone, nelle frazioni, nei quartieri, con la stampa per dare seguito alle intenzioni di lavoro espresse nel corso della conferenza stampa tenuta ieri insieme alla coalizione. “Perché vogliamo una campagna elettorale fatta di proposte concrete sui più importanti temi per il futuro di questa città e del nostro territorio”, ribadisce Americo Di Benedetto che, già martedì prossimo 20 giugno alle ore 18.30 presso la sede dell’ANCE L’Aquila ( Via Alcide de Gasperi) incontrerà il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, per  dialogare con un territorio molto vicino a noi su temi fondamentali come quello della mobilità e delle nuove infrastrutture, immateriali e materiali, per il miglioramento dei collegamenti L’Aquila – Roma.  Il giorno successivo 21 giugno alle ore 18.00 presso la sede del Comitato Elettorale, in Via Vicentini 1/B all’ Aquila, con l’assessore regionale alla sanità Silvio Paolucci si parlerà di sanità affrontando, in particolare, il tema della riorganizzazione della rete ospedaliera regionale. Tanti anche gli argomenti che saranno affrontati direttamente con la stampa in appositi incontri dedicati ad alcuni temi centrali del programma elettorale: Progetto CASE, Scuole, azione comunale e sviluppo economico.

Ci sono poi gli incontri con la cittadinanza  delle frazioni. Veri e propri comizi che prenderanno il via da Paganica lunedì prossimo 19 giugno alle 18.30, per andare poi il 22 giugno in serata a Sassa e Preturo. Per concludere il 23 giugno prossimo con gli incontri a Coppito alle 19.00 e ad Arischia alle 21.00. Nella mattinata del 23 inoltre,  alle 12.00 Americo Di Benedetto incontrerà, per chiudere questa campagna, la stampa aquilana presso la sede del comitato elettorale in una sorta di “question time” durante il quale saranno i giornalisti a dettare, con le loro domande, gli argomenti dell’incontro.

 

Il Ministro Martina all’Aquila per Di Benedetto

Il Ministro alle politiche agricole alimentari e forestali e vicesegretario del Partito Democratico, Maurizio Martina sarà all’Aquila domani 7 giugno alle ore 16.00 presso la sede del Comitato Elettorale (Via Vicentini 1/B) del candidato sindaco Americo Di Benedetto e della coalizione Vivendo L’Aquila. Sarà un incontro elettorale a cui parteciperanno oltre al candidato sindaco Di Benedetto, il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente, la sen. Stefania Pezzopane e il vicepresidente della giunta regionale Giovanni Lolli, saranno presenti tutti i candidati al consiglio  della lista PD.

Digitalizzare la Pubblica Amministrazione

“Nella strategia di governo sarà importante rendere la macchina amministrativa uno strumento efficiente a disposizione della futura amministrazione, ma soprattutto al servizio del cittadino. Interpretare il cambiamento tecnologico che investe la società in chiave di governo del territorio è la sfida che si pone nei prossimi anni”. Digitalizzare la pubblica amministrazione per il candidato sindaco della coalizione civico progressista “Vivendo L’Aquila”, Americo Di Benedetto, dovrà essere una delle priorità dei prossimi anni di lavoro della città dell’Aquila. L’ innovazione tecnologica è in continuo avanzare. Va colta l’opportunità di adeguare la struttura amministrativa alle nuove esigenze. Il cittadino va posto al centro dell’Amministrazione che deve essere completamente trasparente.

Il FOIA (Freedom of information act) italiano prevede proprio questo , la possibilità di accedere anche senza uno specifico interesse agli atti dell’Amministrazione, non tanto un obbligo dell’Amministrazione di pubblicare, quanto un diritto del cittadino ad accedere. Questo è realizzabile in tempo reale con una completa informatizzazione dei procedimenti. Una sorta di cittadinanza  digitale che indichi la capacità dei cittadini di partecipare alla società on-line. Quindi una rivoluzione digitale vera non può svolgersi solo all’interno dell’Ente, ma deve coinvolgere e formare necessariamente i destinatari dei servizi, in particolare quelli che non sono nativi digitali.

“Bisognerà, quindi, prevedere dei servizi che evolvano in chiave digitale in maniera armonica – ha concluso il candidato Americo Di Benedetto – con l’evoluzione dei fruitori, utilizzando le nuove tecnologie applicate a sistemi di lettura multilivello (per i più avanzati piattaforme on line, per i più resistenti totem di facile utilizzo nel territorio comunale). La mia esperienza nella gestione di Enti pubblici mi ha dato il segno di quanto un accorto utilizzo della tecnologia sia importante nell’azione del Comune, ma non va mai dimenticata la ragion d’essere dell’Ente Locale, l’erogazione dei servizi al cittadino. In tal senso dovremo essere capaci di coniugare un avanzamento tecnologico dei servizi con la chiarezza di lettura degli stessi e il coinvolgimento della popolazione nei processi decisionali”.

L’importanza della cultura per il futuro della nostra città

“Vorrei  esprimere i miei più sinceri rallegramenti ai Solisti Aquilani per il successo e l’apprezzamento, solo l’ultimo in ordine di tempo, ricevuti  per l’esibizione nel Concerto al Quirinale di ieri pomeriggio. Alla presenza del Presidente Mattarella la nostra ensamble, con il violoncellista Giovanni Sollima, ha tenuto un concerto vigoroso con un programma innovativo molto apprezzato dal capo dello  Stato e non solo “. Così, oggi, il candidato sindaco per la coalizione civico progressista Vivendo L’Aquila Americo Di Benedetto, ha voluto commentare l’evento del  tradizionale concerto del 1° giugno che il Capo dello Stato offre al corpo diplomatico accreditato in Italia per la Festa della Repubblica. Il concerto, che si è tenuto nel Salone dei Corazzieri al Quirinale è stato un successo per la nostra città. “Quello della cultura è un tema fondamentale per lo sviluppo e il rilancio dell’Aquila – continua Americo Di Benedetto – per questo bisogna costruire una politica culturale ascoltando chi sa cos’è la cultura: cioè chi la produce. Non pensare in termini di appartenenza, ma di competenza”.

Nel programma elettorale del candidato sindaco Di Benedetto questo tema tiene conto della particolare effervescenza della vita culturale aquilana fatta da realtà più radicate come le grandi istituzioni regionali ma anche dalle tante associazioni più piccole sostenute spesso da volontari e veri appassionati. In questo scenario la sfida è quella di integrare questi due mondi creando un tessuto che rappresenti una reale ricchezza per la città. “Il sostegno al mondo della cultura – continua Di Benedetto – dovrà passare attraverso la messa a sistema dei contributi  comunali nonché da una capitalizzazione degli eventi maggiori quali la Perdonanza Celestiniana e i vari festival che animano periodicamente il centro storico. Questo assetto strategico permetterà di creare un comparto culturale caratterizzato dalla forza dell’unione che supera la somma delle parti. L’indotto culturale permette non solo un ritorno strettamente connesso con eventi messi in campo, ma rappresenta il punto di caduta del più ampio comparto della formazione culturale che ha L’Aquila ha esempi di alto valore quali il Conservatorio A. Casella e l’Accademia delle Belle Arti”.

A sostenere le dee e il programma del candidato sindaco  Americo Di Benedetto e della coalizione di centro sinistra, martedì prossimo 6 giugno sarà all’Aquila il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini che alle 18.00 incontrerà i cittadini e i candidati presso il comitato elettorale in Via Vicentini 1/B. Il suo sarà un incontro a sostegno di questa campagna elettorale, completamente scevro da ogni risvolto istituzionale. Franceschini, infatti,  per evitare ogni strumentalizzazione per il ruolo che ricopre si è riservato di effettuare una visita istituzionale al cantiere di Palazzo Ardinghelli, futura sede distaccata del MAXXI di Roma, subito dopo le elezioni.

Di Benedetto e Gianni Giacobbe incontrano la cittadinanza di Assergi

Incontro ad Assergi con la popolazione domani venerdì 2 giugno alle ore 18.00 presso P.zza san Franco. Il Candidato sindaco per la coalizione di centrosinistra Vivendo L’Aquila Americo Di Benedetto con il candidato al consiglio comunale della lista Il Passo Possibile, Gianni Giacobbe di Assergi si confronteranno con la cittadinanza su alcuni temi fondamentali per lo sviluppo del territorio aquilano. Argomenti di grande interesse in questa campagna elettorale come lo sviluppo della montagna, la ricostruzione dei centri storici minori, la rivitalizzazione delle frazioni  attraverso un rinnovato dialogo e collaborazione con la città dell’Aquila.

Un piano per incentivare la riqualificazione e ricollocazione delle attività in centro storico

E’ stato un incontro molto partecipato, quello svoltosi ieri sera presso la sede del Comitato Elettorale del Candidato Sindaco Americo Di Benedetto e della coalizione Vivendo L’Aquila con i commercianti ed i professionisti del centro storico. Tante le necessità e i problemi posti all’attenzione del candidato sindaco Di Benedetto che, insieme ai candidati consiglieri della sua lista Il Passo Possibile, Anna Rita Cioni e Marcello De Carolis, ha affrontato la problematica del rientro delle attività nel centro storico dell’Aquila cercando, senza limitare la possibilità decisionale e d’impresa del singolo, di avanzare delle proposte per agevolare questo rientro in maniera da poter offrire una varietà quanto più ampia possibile delle attività ricollocate. “Il contesto attuale – ha spiegato Americo Di Benedetto –  mostra la necessità di agire con azioni di pianificazione per la rigenerazione del tessuto urbano del centro storico. E’ quindi fondamentale avere una cura specifica delle attività produttive che vi saranno ricollocate. Tale necessità diventa più pressante nell’imminenza dell’arrivo massiccio delle risorse del 4% provenienti dai fondi della ricostruzione di cui il bando fare centro, di competenza della regione, è apripista”.  Ed è il pubblico, l’amministrazione comunale, che ha l’obbligo morale di mettere in campo tutte le azioni in proprio potere per la creazione di un tessuto urbano socialmente vivibile anche per quanto riguarda le attività produttive ed in particolare quelle commerciali e artigianali. “Per questo sarà nostro impegno per la prossima amministrazione di predisporre un piano – ha continuato Di Benedetto –  che possa soddisfare alcuni obiettivi, previsti peraltro dalla L. R. 11/2008 che prevede sostanzialmente il non intervento pubblico nelle dinamiche di mercato. Attraverso questo strumento sarà possibile l’evoluzione, l’innovazione e la valorizzazione della rete delle attività produttive, la tutela dei consumatori in termini di salute e sicurezza, la promozione della qualità sociale della città e del territorio, del turismo e delle produzioni tipiche locali. Dovremo tendere ad armonizzare le diverse attività economiche che insistono sul territorio al fine di favorire l’equilibrio tra domanda ed offerta e consentire lo sviluppo e il diffondersi di formule innovative, a salvaguardare e riqualificare le zone di pregio artistico, ambientale e paesaggistico, a porre una forte tutela sulla rete dei centri storici minori in corso di ricostruzione per incentivare il ripopolamento degli stessi. Uno degli strumenti che la legge regionale 11/2008 prevede e che sarà un punto di riferimento nell’azione dell’Amministrazione, qualora vincessimo, è quanto previsto ex art.  1 comma 68 di predisposizione di specifici piani per il recupero e la riqualificazione di tali contesti, prevedendo la realizzazione di Centri Commerciali Naturali promossi attraverso l’associazionismo tra operatori privati con la partecipazione e il coordinamento di Enti e di Istituzioni Pubbliche. Intervenire in maniera organica nella ridefinizione delle dinamiche del centro storico sarà l’occasione per definire in maniera compiuta tutti i servizi a corredo della pianificazione urbana. In particolare dovrà essere ridefinito il piano parcheggi e tutti gli interventi sul decoro urbano che renderanno di nuovo vivibili le zone in via di ricostruzione. L’azione politica efficace – ha concluso il candidato sindaco Americo Di Benedetto –  non può limitarsi alle mere intenzioni, ma deve individuare i percorsi più innovativi nell’alveo della più chiara legittimità, a garanzia della cittadinanza”.

Convocazione conferenza stampa

Venerdì 2 giugno alle ore 12.00 è convocata una conferenza stampa, presso la sede del PD dell’Aquila in Viale della Croce Rossa 115, alla quale parteciperà il candidato sindaco per la coalizione civico progressista “Vivendo L’Aquila” Americo Di Benedetto. Insieme alla senatrice Stefania Pezzopane saranno presentate alla stampa  le candidate al consiglio comunale della lista del Partito Democratico.

Vi aspettiamo

Rilanciare lo sviluppo del territorio senza dimenticare le opportunità offerte dall’Unione Europea

Si è discusso anche di Unione Europea e delle opportunità che offre per lo sviluppo socio economico del territorio nel confronto dibattito con i candidati sindaco per l’Aquila svoltosi questa mattina presso la sede di Confindustria L’Aquila ed al quale ha partecipato anche il candidato sindaco per la coalizione di centro sinistra Americo Di Benedetto. “Crediamo che la prospettiva di rilancio delle economie nel nostro territorio debba passare attraverso la capacità di intercettare i fondi provenienti dalle politiche europee – ha detto Di Benedetto – Dovremo avere la capacità di supportare il tessuto delle attività produttive in maniera che possa trovare nel Comune una valida collaborazione per la partecipazione ai bandi. In particolare l’obiettivo è costruire le relazioni e le connessioni che permettano a singoli soggetti di comporre partenariati capaci di intercettare sia i fondi a gestione diretta della Commissione Europea che i fondi strutturali gestiti dalle singole regioni”.

Si propone in questo senso un rafforzamento dell’Ufficio per la Progettazione Europea per creare una struttura che, anche tramite il coinvolgimento della Provincia e della Regione, sia preposta a mettere in relazione le opportunità comunitarie, con le esigenze del territorio e gli obiettivi che l’Amministrazione si propone di raggiungere. L’operatività di questo strumento dovrà esplicitarsi nella promozione ed attivazione di rapporti di collaborazione con Università, Centri di Ricerca, Poli Scientifici e Tecnologici, Incubatori d’Impresa, Imprese, Centri Servizi, Musei ed Enti Culturali, Organizzazioni e Associazioni no-profit attivi sul territorio o che in questo intendano operare, utili alla candidatura di progetti internazionali volti ad ottenere finanziamenti comunitari, sia come coordinatore che come partner. L’amministrazione, tramite l’Ufficio Europa potrà diventare un punto operativo collegato direttamente con l’Unione Europea. “Sarà inoltre necessario  – conclude il candidato sindaco – far sì che tutta l’attività del Comune sia armonicamente gestita, in modo da poter presentare di volta in volta con sistemi progettuali idee di sviluppo che sono già patrimonio del lavoro ordinario dell’Ente. Avere una struttura pronta a supportare le imprese del territorio permetterà di avere un ruolo da protagonista nella captazione dei fondi che saranno erogati”.